Il surrealista Dalì e l’Italia: tra viaggio e realtà

Salvador Dalì

Dopo più di mezzo secolo Roma ospita nuovamente una grande retrospettiva dedicata a Salvador Dalì, uno degli artisti contemporanei più celebri al mondo; Dalì. Un artista, un genio sarà visitabile al Complesso del Vittoriano dal 9 marzo al 1 luglio 2012.
Dalì rappresenta la quintessenza dell’artista totale, dedito a qualsiasi forma di arte conosciuta. Pur avendo notevoli basi di disegno tecnico, fu reso celebre soprattutto dalle immagini bizzarre e suggestive delle sue opere surrealiste.
Nella mostra saranno quindi presenti tutte le varie forme artistiche alle quali si è dedicato il grande artista spagnolo: olii, disegni, documenti, fotografie, filmati, lettere e oggetti vari. Viene infatti presentato l’artista con la sua pittura visionaria di sogni, incubi e ossessioni, ma anche il genio con le sue invenzioni e l’uomo con le sue bizzarrie.
Dalì viene sempre ricordato per i suoi atteggiamenti stravaganti e fuori dagli schemi che furono spesso causa di grande irritazione tanto per i suoi detrattori, quanto per  coloro che amavano la sua arte. Infatti, talvolta, i suoi modi eccentrici ed esuberanti rubarono la scena al suo reale talento artistico e al valore delle sue opere.
L’esposizione, organizzata in collaborazione con la Fundació Gala-Salvador Dalí, avrà come nucleo centrale un tema finora del tutto trascurato negli studi e nelle precedenti mostre su Dalì: il rapporto dell'artista spagnolo con l'Italia, che formerà il fil rouge di tutta l’esposizione.
Le opere esposte ci consentono di ripercorrere i suoi viaggi in l'Italia, e rivivere gli incontri con altri illustri artisti del nostro paese che diedero il la a collaborazioni artistiche entrate ormai nella storia, come quelle con Luchino Visconti e con Anna Magnani.
Un appuntamento unico per conoscere un passato prossimo sorprendente e favoloso attraverso il genio degli artisti più apprezzati e allo stesso tempo discussi del secolo scorso.

Salvador Dalì - Salvador Dalí © Halsman Archive Dopo il 15 luglio 2012, non è permessa nessuna riproduzione senza il permesso dell’Archivio Philippe Halsman Diritti di Immagine di Salvador Dalí riservati, Fundació Gala-Salvador Dalí, Figueres, 2012Salvador Dalì - Salvador Dalì Autoritratto con il collo di Raffaello Self-Portrait with Raphaelesque Neck  1921 ca. Olio su tela 40,5 x 53 cm  Collezione Fundació Gala-Salvador Dalí, Figueres  © Salvador Dalí, Fundació Gala-Salvador Dalí, SIAE, Roma, 2012Salvador Dalì - Salvador Dalì Singolarità Singularities  1935 ca. 40,50 x 50, cm Olio e collage su tavola Collezione Fundació Gala-Salvador Dalí, Figueres © Salvador Dalí, Fundació Gala-Salvador Dalí, SIAE, Roma, 2012Salvador Dalì - Salvador Dalì Autoritratto molle con pancetta fritta Soft Self Portrait with Grilled Bacon  1941 Olio su tela 61 x 51 cm Collezione Fundació Gala-Salvador Dalí, Figueres © Salvador Dalí, Fundació Gala-Salvador Dalí, SIAE, Roma, 2012Salvador Dalì - Salvador Dalì Progetto per “Spellbound” Set Design for "Spellbound" 1945 ca Olio su cartone 88,8 x 113,1 cm  Collezione Fundació Gala Salvador-Dalí, Figueres © Salvador Dalí, Fundació Gala-Salvador Dalí, SIAE, Roma, 2012Salvador Dalì - Salvador Dalì Busto di donna retrospettivo Retrospective bust of a woman 1970 (edizione dell’opera del 1933) Assemblage in bronzo dipinto con penne e oggetti in plastica e latta 74,5 x 67 x 28 cm Collezione Fundació Gala-Salvador Dalì, Figueres © Salvador Dalí, Fundació Gala-Salvador Dalí, SIAE, Roma, 2012Salvador Dalì - Salvador Dalí Impressioni d’Africa Impression of Africa 1938 Olio su tela 91,50 x 117,50 cm Museum Boijmans Van Beuningen, Rotterdam © Salvador Dalí, Fundació Gala-Salvador Dalí, SIAE, Roma, 2012Salvador Dalì - Salvador Dalì "Angelus" architettonico di Millet "Angelus" architectonic of Millet 1933 Olio su tela 73 x 60 cm Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía, Madrid © Archivio fotografico Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía, Madrid © Salvador Dalí, Fundació Gala-Salvador Dalí, SIAE, Roma, 2012Salvador Dalì - Salvador Dalì Gradiva retrouve les ruines antropomorphes (fantasie rétrospective) - Gradiva ritrova le rovine antropomorfiche (fantasia retrospettiva) Gradiva retrouve les ruines antropomorphes (fantasie rétrospective) - Gradiva rediscovers the Anthropomorphic Ruins (Retrospective Fantasy) 1931-1932 ca. Olio su tela 65 x 54 cm Museo Thyssen-Bornemisza, Madrid © Museo Thyssen-Bornemisza, Madrid © Salvador Dalí, Fundació Gala-Salvador Dalí, SIAE, Roma, 2012

Leggi anche

 

Inserisci un commento

  • Milano - Baglioni Hotel CarltonPrenota
  • Venezia - Baglioni Hotel LunaPrenota
  • Roma - Baglioni Hotel ReginaPrenota
  • Firenze - Relais Santa Croce Prenota
  • Baglioni Hotel Cala del Porto Prenota
  • Londra - Baglioni HotelPrenota
  • Saint-Paul-de-Vence -
    Hotel Le Saint Paul Prenota
  • Aix-en-Provence - Villa Gallici Prenota