Le grandi opere di Morandi sbancano Londra

Museo Morandi

L’interesse intorno alla figura del pittore Giorgio Morandi non sembra arrestarsi nemmeno di fronte alla crisi economica.
Mercoledì 20 giugno all’evento Impressionismo e Arte Moderna alla casa d’aste Christie’s di Londra, una Natura Morta del 1920 dell’artista ha raggiunto ben 1.3 milioni di sterline, partendo da una stima massima di 1.2, sorpassando il suo vecchio il record 1.2 milioni di sterline in asta, segnato nel 2011.
Morandi è considerato uno dei protagonisti della pittura italiana del Novecento, ma non solo, in quanto è ritenuto anche uno dei maggiori incisori mondiali del secolo.
La fama dell’artista è senza dubbio legata alle nature morte e, in maniera particolare, alle "bottiglie". I soggetti rappresentati nelle sue opere sono generalmente oggetti di uso quotidiano; bottiglie, vasi, fiori e ciotole, la cui composizione, di sovente sopra un tavolo, diventa il vero e proprio protagonista della scena.
Ma non solo di nature morte si parla: molti i ritratti e i paesaggi tra le sue opere, quasi tutte realizzate con una tecnica che le rende riconoscibilissime: l’utilizzo di pochissimi colori. Questo riempie le sue opere di poetica, che nonostante i pochi particolari con cui le adornava, queste non perdevano in quanto a realismo e verosimiglianza.
A Morandi è dedicato un intero museo nella sua città natale, Bologna, situato all'interno di Palazzo d'Accursio, nella splendida Piazza Maggiore. Si è deciso di aprire questo spazio, successivamente alla donazione da parte della sorella dell’artista al Comune di numerose opere, nel 1993. Queste sono andate ad aggiungersi ad un gruppo cospicuo di opere già presenti nel patrimonio della Galleria d'Arte Moderna di Bologna, tali lavori dando così origine alla più ampia e rilevante collezione pubblica al mondo dedicata a Giorgio Morandi.
La collezione  è composta 62 dipinti, 18 acquerelli, 92 disegni, 78 acqueforti, 2 sculture e 2 lastre incise e fornisce la possibilità unica di conoscere il percorso dell’artista, con un compendio di tutte le tecniche in cui si è cimentato nel corso della sua lunga carriera.
Il museo, oltre alla collezione stabile dedicata a Morandi, ciclicamente allarga l’offerta con un programma di mostre temporanee di tutto rispetto.
L’occasione di addentrarsi ancora più a fondo all’interno del mondo dell’artista non si esaurisce qui. Infatti, dall’ottobre 2009 ha aperto al pubblico,  in seguito ad una ristrutturazione, l'abitazione di via Fondazza 36, in cui Giorgio Morandi visse e lavorò dal 1910 al 1964.
Al suo interno potrete trovare una parte delle donazioni trasferite alla città di Bologna, e, inoltre, una ricostruzione realistica dell’atelier che fa rivivere ai visitatori l’atmosfera romantica in cui l’artista ha realizzato i propri capolavori.
Per gli amanti dell’arte moderna un’esperienza assolutamente da non perdere.

Museo Morandi - Bruno BaniMuseo Morandi - Bruno BaniMuseo Morandi - Bruno BaniMuseo Morandi - Matteo Monti

Leggi anche

 

Inserisci un commento

  • Milano - Baglioni Hotel CarltonPrenota
  • Venezia - Baglioni Hotel LunaPrenota
  • Roma - Baglioni Hotel ReginaPrenota
  • Firenze - Relais Santa Croce Prenota
  • Baglioni Hotel Cala del Porto Prenota
  • Londra - Baglioni HotelPrenota
  • Saint-Paul-de-Vence -
    Hotel Le Saint Paul Prenota
  • Aix-en-Provence - Villa Gallici Prenota