Natale a Venezia

IMG_4016(1)

Nel mese di Dicembre, quando il numero di turisti si riduce della metà rispetto al periodo estivo, Venezia subisce una meravigliosa trasformazione. Improvvisamente si ha la possibilità di passeggiare lungo banchine e piazze deserte, senza la preoccupazione di imbattersi in frotte di turisti sbarcati dalle navi da crociera. In questo periodo dell’anno Venezia è dei Veneziani. Apprezzerete presto il lusso di scoprire indisturbati le bellezze artistiche e architettoniche della città e di percepire lo spirito e la bellezza delle eleganti tradizioni della Serenissima.

Il Natale a Venezia offre quattro tematiche principali: concerti, presepi, shopping e cucina.

La stagione inizia l’8 Dicembre, quando molte attività rimangono chiuse in occasione dell’Immacolata Concezione. Aspettatevi di trovare tutto chiuso anche il giorno di Natale, che i Veneziani usano celebrare nella Basilica di San Marco. Il simbolo di Venezia apre ogni anno  le sue porte ai Veneziani per la tradizionale Messa di Mezzanotte, durante la quale una perfetta combinazione di aria frizzante, melodie struggenti, migliaia di candele che riflettono le tessere dorate dei mosaici, aromi di incenso e campane risonanti risalta sullo sfondo della piazza illuminata dalla luna. Il 26 Dicembre, le famiglie festeggiano Santo Stefano fuori casa, ammirando le rappresentazioni della natività nelle Chiese della città o girando per i mercatini di Natale. I Frari a San Polo, una delle chiese più antiche di Venezia, offre un concerto gratuito intorno alle 16:00.

Concerti
Non esiste un centro di informazioni principale dove vengono raccolte le informazioni relative ai numerosi concerti che si tengono a Venezia in questo periodo dell’anno. I viaggiatori esperti consigliano di studiare all’arrivo le locandine e i grandi manifesti sparsi in tutta la città, che presentano i concerti di Natale tenuti quasi tutte le sere nelle grandi basiliche. Ricordatevi che le basiliche non sono ben riscaldate e i sedili non sono imbottiti, quindi piccole coperte e cuscini portatili possono rendere più confortevole l’esperienza. Piccoli musei e chiese hanno in programma concerti, alcuni gratuiti, altri ad un costo simbolico. Alcuni prevedono la possibilità di acquistare i  biglietti in anticipo, altri li vendono direttamente sul posto. La Chiesa di San Vitale, recentemente restaurata, situata in Campo San Stefano, ospita una magnifica opera di Carpaccio che ne sovrasta l’altare. La Pietà sulla Riva degli Schiavoni è il posto giusto per ascoltare Vivaldi, in quanto era proprio la chiesa del compositore, dove molte delle sue opere furono eseguite per la prima volta. Anche Ca’ Rezzonico, Palazzo Mocenigo e la Scuola Grande di San Rocco offrono concerti.

Quest’anno, il 20 dicembre, il Luna Hotel Baglioni terrà uno speciale concerto di Natale, a partire dalle 18:30 nella sua Sala Caminetto. L’evento è gratuito e comprenderà tradizionali canzoni natalizie e alcune tra le più rinomate e appassionanti melodie internazionali. L’evento è aperto sia agli ospiti dell’hotel  sia al resto della città e potrà essere seguito da una cena nel ristorante Canova dell’hotel (il menu è presentato di seguito nella sezione Cena al ristorante).

Mercati e shopping
I mercati natalizi, conosciuti come Mercatini di Natale, si tengono da metà dicembre a metà gennaio nei vari Campi e intorno a Rialto. Il mercato più grande, in Campo Santo Stefano, si riempie di bancarelle che vendono artigianato veneziano di qualità. Alcuni mercati offrono antiquariato, altri alimenti provenienti da tutta Italia. Troverete oggetti per presepi, giocattoli per bambini, borse di velluto, zafferano, cancelleria e merletti di Burano, irresistibili vestiti per bambini, biancheria ricamata a mano, bicchierini per grappa in vetro di Murano finemente colorato, agitatori per cocktail e portafogli in coccodrillo color bronzo il cui prezzo è pensato per spendere lo stipendio di una settimana. Prelibatezze stagionali, bevande e musica arricchiscono l’offerta di questi mercati.

Decorazioni
Piccole luci decorative, ghirlande e alberi di Natale sono presenti solo nelle parti più trafficate della città: le Mercerie, Rialto, San Marco. Ma i veri veneziani cercano i presepi di Natale, in genere in mostra nelle chiese e nei mercati stagionali. Le scene di natività sono un elemento essenziale dello Spirito del Natale veneziano, un appuntamento fisso in ogni chiesa, spesso illuminate e animate. Rappresentazioni elaborate sono in mostra in molti mercati di Natale, alcune con scene ricercate di villaggi che comprendono artigiani, scene domestiche e meraviglie naturali, tutti disposti intorno alla stalla, alla mangiatoia e alla Madonna con il  Bambino. Ogni due anni, la Chiesa della Maddalena a Cannaregio mette in mostra una bella collezione di scene di natività, con le opere di artisti locali e internazionali. Negli anni passati, La Scuola dei Carmini a Dorsoduro creava una rappresentazione di presepi che riempiva due stanze e variava da scene semplici in argilla e legno a un modello estremamente complesso e delicato in vetro di Murano. Se siete abbastanza fortunati, potrete scorgere un enorme presepe di paglia su una gondola che naviga lungo il canale nel suo percorso verso Rialto.

Cucina
Nelle case, le tavole dei veneziani alla Vigilia di Natale abbondano di ricette tradizionali a base di pesce: Risotto coe Pevarasse (risotto alle vongole veneziane), branzino al forno, anguilla, fritto misto di pesce inghirlandato con verdure alla griglia o in umido; Capeeti o ravioli in brodo di cappone; cappone lesso; Musetto (salame bollito). Dolci di stagione come le fette di arancia candita rivestite di cioccolato amaro sono tra i preferiti dai locali, così come le castagne glassate che hanno le dimensioni di una prugna (e costano più di  1 euro l’una). Il panettone o il pandoro con una cucchiaiata di mascarpone completano la tradizione. Queste sono le specialità da cercare nei menu dei ristoranti.

Cena al ristorante
La sfida è assaggiare i piatti di stagione al di fuori delle abitazioni private. Molti ristoranti chiudono dalla vigilia di Natale fino a metà gennaio o dalla vigilia di Capodanno (San Silvestro) fino a verso la fine di gennaio. Alcuni potrebbero rimanere chiusi fino a Carnevale (22 febbraio – 4 marzo 2014). A Venezia, è sempre una buona idea pianificare la cena di Natale al ristorante con settimane di anticipo e prenotare per tempo, evitando la corsa all’ultimo minuto. L’opzione preferita da chi scrive per le feste comprende una visita al Ristorante Canova, dove lo chef Cosimo ha creato un allettante menu di Natale di 4 portate, con insalata di gamberi, ravioli fatti in casa, fonduta al Roquefort, medaglioni di agnello e dessert a base di torrone ghiacciato.

Una passeggiata di mezzanotte dopo la cena di Natale deve assolutamente essere parte dei vostri progetti. Tutti i fantasmi e gli spiriti saranno in giro, alla deriva nella nebbia, sbirciando attraverso le ombre, sussurrando lungo i vicoli. Fermatevi per un attimo su un ponte appartato, guardatevi intorno, date ascolto allo sciabordio delle onde contro gli antichi mattoni. Questa è la Venezia indimenticabile che non tutti conoscono, un luogo da fiaba, il regno della fantasia, unicamente vostra per sempre.

Informazioni speciali
Il 23-26 dicembre, la maggior parte dei ristoranti rimane chiusa.
Temperature medie a dicembre, massima 7 °C (45 °F), minima 1 °C (34 °F), possibilità di pioggia 30%. Un abbigliamento caldo è essenziale.
Alcuni eventi: http://veniceconnected.com/events

Chanukkah a Venezia
La Festa dei lumi arriva presto quest’anno, dal 27 novembre al 4 dicembre 2013. Chanukkah a Venezia si celebra nel Ghetto, nel Sestiere di Cannaregio, la prima comunità ebraica segregata in Europa. Visitate il Campo di Ghetto Nuovo, per l’illuminazione della Chanukah Menorah pubblica di Venezia. Nel quartiere si possono fare vere scoperte di cibo kosher, come le Frittole di Zucca Barucca. La zucca, che arrivò in Italia dopo la scoperta delle Americhe, si dimostrò così popolare tra gli ebrei italiani del Nord che a Venezia si chiama “Zucca Barucca” (“Santa Zucca”, dall’ebraico “Baruch”, “benedetto”). Si tratta di una deliziosa frittella preparata appositamente per Chanukkah. Venice Ghetto Glass offre diversi interessanti articoli da regalo in vetro di Murano: il tradizionale candelabro Menorah e una serie di shofar in vetro che variano in prezzo da 29 a 250 euro.

Per ulteriori informazioni, vedere: http://www.jewishvenice.org/

Stanley Moss è un guru dei marchi, filosofo, zingaro globale, scrittore e artista il cui nuovo romanzo, The Hacker, è stato recentemente pubblicato in India. È CEO di una think tank con sede a Stoccolma sui marchi internazionali, membro di facoltà presso l’Accademia di Belle Arti Cignaroli di Verona e redattore di viaggio per una rivista di moda della Nuova Zelanda. Vive a Vicenza, e prospera grazie a cibo, conversazione e varie tazze di caffè italiano.  Stanley scrive per Lucire e ha anche un suo blog.

Foto di Stanley Moss

Il consiglio del concierge: State progettando di trascorrere un indimenticabile Natale VIP a Venezia?  Allora non è necessario guardare oltre lo speciale pacchetto di Natale al Luna Hotel Baglioni.

Leggi anche

  • Xmas Venice_3 (640x480)

    Vacanze di Natale in Italia

    Scegliete un albergo per il vostro soggiorno in Italia con Baglioni Hotel: renderete indimenticabili il vostro Natale o il vostro Capodanno. Vi aspettano le più belle città italiane: Milano, [...]

  • San Gregorio Armeno

    N&N: Natale e Napoli

    Giuseppe Di Martino produce una delle migliori paste del mondo, rigorosamente a Gragnano, vicino Napoli. Sarà lui la nostra guida tra i sapori e gli stupori del capoluogo partenopeo per un appuntamento davvero speciale: il Natale! Prima parte.

  • Giftbos photo Baglioni Hotels

    Ti presentiamo 10 idee regalo italiane per Natale

    La stagione natalizia è dietro l’angolo e non è troppo presto per cominciare ad acquistare i regali. Noi di Italian Talks siamo curiosi di scoprire quale sarebbe il miglior regalo di Natale [...]

  • file00020551396932.jpg

    N&N: Natale e Napoli 2

    Giuseppe di Martino produce una delle migliori paste del mondo, rigorosamente a Gragnano, vicino Napoli. Sarà lui la nostra guida tra i sapori e gli stupori de capoluogo partenopeo per un appuntamento davvero speciale: il Natale! Seconda parte.

 

Inserisci un commento

  • Milano - Baglioni Hotel CarltonPrenota
  • Venezia - Baglioni Hotel LunaPrenota
  • Roma - Baglioni Hotel ReginaPrenota
  • Firenze - Relais Santa Croce Prenota
  • Baglioni Hotel Cala del Porto Prenota
  • Londra - Baglioni HotelPrenota
  • Saint-Paul-de-Vence -
    Hotel Le Saint Paul Prenota
  • Aix-en-Provence - Villa Gallici Prenota