Tutto quello che avreste sempre voluto sapere sulla Mostra del Cinema di Venezia… Diario di un’addetta ai lavori

ferridelmestiere24.jpg

domenica 2 settembre
Venezia è una città unica al mondo e chi c’è stato capirà che non lo dico per patriottismo. Ogni volta che il treno passa per via Libertà (l’ultimo filo di terra prima di arrivare in Stazione) e da lontano vedo questo piccolo gioiello sospeso a filo d’acqua, inevitabilmente rimango a bocca aperta. Specialmente se, come in questa particolare occasione, sto arrivando a Venezia proprio all’ora del tramonto. Sono qui per la Mostra del Cinema, uno degli appuntamenti più artistici e insieme mondani che ogni anno popolano la laguna di vip, amanti del grande schermo, curiosi e addetti ai lavori.

Anche la mia “casa” questa volta è in una posizione privilegiata: raggiungo con il vaporetto n. 2 la fermata San Marco (Vallaresso), il mio albergo per i prossimi giorni sarà il Luna Hotel Baglioni, a qualche passo soltanto dalla splendida piazza veneziana. Qui (al Ristorante Canova, premio Fogher d’Oro e Gambero Rosso) consumo anche la mia prima cena (ottima!). E subito dopo posso concedermi una passeggiata nella piazza più bella del mondo. La luna è piena e l’orchestra del celeberrimo Caffè Florian sta suonando il mio tango preferito: Por una cabeza di Carlos Gardel. La serata non potrebbe essere più perfetta.

lunedì 3 settembre
Prima giornata al Lido, missione film! Anche quest’anno, per tutta la durata della manifestazione, è stato organizzato un vaporetto ad hoc (la linea 20), che, dai punti nevralgici della città, porta proprio dietro al Palazzo del Cinema.

Il cielo stamattina è coperto, ma poco importa: correrò da una sala all’altra e avrò decisamente poco tempo da trascorrere all’aria aperta. Prima regola: indossare scarpe comode, il tacco 12 meglio lasciarlo a chi deve camminare sul red carpet. Secondo: per ottimizzare i tempi, consiglio di fare un bel programmino delle proiezioni da vedere la sera prima. Cosa che per noi “adetti ai lavori” significa letteralmente giocare agli incastri con film, conferenze stampa e photo call, che, naturalmente, si svolgono tutti in punti diversi e a distanze non sempre irrisorie.

Giusto il tempo di ritirare l’accredito e comincia la mia maratona cinefila. Un consiglio personale: evitate, se potete, i film più “da botteghino” (quelli sicuramente li vedrete poi nelle sale) a favore di registi e pellicole un po’ più di nicchia (a volte nei cinema quelli non ci arrivano proprio). Spesso riservano delle belle sorprese. Come quella che mi ha fatto oggi Roberto Minervini con Low Tide, un film quasi del tutto privo di sceneggiatura, che è riuscito a emozionare e a trascinare la platea solo con le immagini, guadagnandosi un lungo applauso sui titoli di coda.

martedì 4 settembre
Venezia oggi regala una bellissima giornata di sole, che per me è cominciata con una colazione “artistica” nel Salone Marco Polo dell’hotel, affrescato nel Settecento dagli allievi del Tiepolo e uno sguardo al famosissimo Ponte dei Sospiri. Il vaporetto per il Lido, al contrario degli autobus milanesi, bisogna dirlo, è sempre molto puntuale e dalla mia fermata (San Zaccaria Monumento) impiega poco più di un quarto d’ora per arrivare a destinazione.

Si prospetta un’altra mattinata frenetica: corro dal PalaBiennale alla Sala Volpi, dalla Sala Darsena alla Sala Perla e resta a mala pena il tempo di un panino consumato in coda tra una proiezione e l’altra. Si, perché, addetti ai lavori e non, alla Mostra del Cinema un po’ di coda si fa sempre, soprattutto per le proiezioni più attese e chiacchierate. Meglio presentarsi all’ingresso con almeno un quarto d’ora d’anticipo per essere sicuri di entrare. La fila io l’ho appena fatta per Spring breakers di Harmony Korine, ma ne è valsa la pena: sicuramente la pellicola più curiosa e accattivante di questa sessantanovesima kermesse. Gretto, crudo e ironico, dai colori brillanti che un po’ ricordano gli scatti di David LaChapelle. Una sorta di mega videoclip pop, tutt’altro che leggero.

Il film che mi ha davvero emozionato però è il documentario Harry Dean Stanton: Partly Fiction, della regista svizzera Sophie Huber. Un ritratto in bianco e nero dell’attore e caratterista che ha recitato anche per Wim Wenders e David Lynch, ricco di interviste, piacevoli chiacchierate, perle di saggezza e classici folk e blues interpretati dallo stesso Stanton.

Stasera lascio il Lido dopo aver visto la versione restaurata di Campanadas a medianoche di Orson Welles. La Mostra del Cinema, ogni anno, offre anche una folta selezione di classici. Nei giorni scorsi, per esempio, sono stati proiettati alcuni film di Elio Petri.

mercoledì 5 settembre
Lasciare questa città non è mai facile, ma è arrivato il momento di abbandonare l’acqua per tornare nella “metropoli” milanese. Nonostante le maratone anche di sei film al giorno, non sono riuscita a vedere proprio tutto quello che avrei voluto, ma recupererò con Le vie del cinema: una rassegna organizzata da Lombardia Spettacolo che ogni anno (appena finisce la Biennale Cinema) porta a Milano molte delle pellicole veneziane a prezzi insoliti (3 euro a film).

La valigia è pronta. Do un ultimo saluto a Piazza San Marco e mi godo gli ultimi sguardi sulla laguna dal vaporetto che mi porta in stazione. Bye bye, Venezia! Alla prossima scorpacciata di cinema!

—————–

Guida

Biennale Cinema
www.labiennale.org/it/cinema

Vaporetti
www.actv.it

Luna Hotel Baglioni
www.baglionihotels.com/it/destinazioni/venezia/luna-hotel-baglioni/hotel

Ristorante Canova
www.baglionihotels.com/it/destinazioni/venezia/luna-hotel-baglioni/ristorante/ristorante-canova

Film da tenere d’occhio
Low Tide
www.labiennale.org/it/cinema/mostra-69/film/sel-uff/orizzonti/low-tide.html
Harry Dean Stanton: partly fiction
www.labiennale.org/it/cinema/mostra-69/film/sel-uff/venezia-classici/stanton.html
Spring Breakers
www.labiennale.org/it/cinema/mostra-69/film/sel-uff/venezia69/spring-breakers.html
Fill the void
www.labiennale.org/it/cinema/mostra-69/film/sel-uff/venezia69/lemale.html

I film di Venezia a Milano
www.lombardiaspettacolo.com

Valentina Giampieri

Mostra Internazionale del Cinema 2012 - Valentina GiampieriMostra Internazionale del Cinema 2012 - Valentina GiampieriMostra Internazionale del Cinema 2012 - Valentina GiampieriMostra Internazionale del Cinema 2012 - Valentina GiampieriMostra Internazionale del Cinema 2012 - Valentina GiampieriMostra Internazionale del Cinema 2012 - Valentina GiampieriMostra Internazionale del Cinema 2012 - Valentina GiampieriMostra Internazionale del Cinema 2012 - Valentina GiampieriMostra Internazionale del Cinema 2012 - Valentina GiampieriMostra Internazionale del Cinema 2012 - Valentina GiampieriMostra Internazionale del Cinema 2012 - Valentina GiampieriMostra Internazionale del Cinema 2012 - Valentina Giampieri

Leggi anche

 

Inserisci un commento

  • Milano - Baglioni Hotel CarltonPrenota
  • Venezia - Baglioni Hotel LunaPrenota
  • Roma - Baglioni Hotel ReginaPrenota
  • Firenze - Relais Santa Croce Prenota
  • Baglioni Hotel Cala del Porto Prenota
  • Londra - Baglioni HotelPrenota
  • Saint-Paul-de-Vence -
    Hotel Le Saint Paul Prenota
  • Aix-en-Provence - Villa Gallici Prenota