Cous Cous Fest a San Vito Lo Capo

Cous Cous Fest

Dal 25 al 30 settembre 2012, a San Vito Lo Capo in provincia di Trapani, si terrà la 15esima edizione del Cous Cous Fest, il Festival internazionale dell'integrazione culturale. L'evento è un bel  confronto tra paesi dell'area euro-mediterranea attraverso l’ingrediente protagonista: il cous cous, piatto simbolo della pace, comune a moltissime culture. Questa tradizionale pietanza a base di semola di grano, cotta a vapore, servita con un bouillon aromatico arricchito del sapore delle verdure di stagione, legumi, aromi e spezie, carne o pesce, rappresenta da sempre il piatto simbolo della cucina maghrebina. Ma Il cous cous, piatto giramondo, unisce in sé il globale e il locale, e ovunque sia approdato, in giro per il mondo e in Italia, questo piatto ha sposato le caratteristiche del territorio, legandosi profondamente alle tradizioni, religiose e conviviali dei popoli.
Unire la bellezza della cittadina siciliana, con il suo clima caldo, il mare cristallino e le belle spiagge ad una delle più belle e colorate manifestazioni italiane legate alla cucina e alla tradizione potrebbe essere un modo meraviglioso per vivere una vera vacanza in Italia.
La gara gastronomica tra gli chef di nove paesi ospiti, è al centro della manifestazione ma ci saranno anche momenti di approfondimento dedicati ai cous cous nel mondo, incontri culturali, i talk show e i seminari, che renderanno tutto particolarmente interessante. Ma non sarà solo “food”:Spettacoli di grandi artisti e concerti, nel segno della multiculturalità, animeranno tutte le serate dell'evento.
Paolo Marchi, giornalista enogastronomico e ideatore di “Identità Golose”, il primo congresso italiano di cucina d'autore, sarà alla guida della giuria tecnica che  valuterà i cous cous proposti dagli chef partecipanti alla gara gastronomica internazionale.

Nelle cucine di San Vito Lo Capo si incroceranno lingue, culture e religioni diverse, rendendo veramente speciale quest’evento tanto atteso. Gli chef proverranno da: Costa d'Avorio, Egitto, Francia, Israele, Italia, Marocco, Palestina, Senegal e Tunisia.
In squadra per l'Italia ci saranno due chef sanvitesi, Piera Spagnolo e Katia Abrignani insieme a Fabrizio Ferrari, proprietario e chef del ristorante “Al Porticciolo 84” a Lecco, una stella Michelin, vincitore del Cous Cous Fest Preview.?Le “sfide” saranno ad eliminazione diretta. Oltre ad essere votati da una giuria tecnica i piatti saranno valutati anche dalla gente comune: una giuria popolare, formata da circa 80 visitatori della manifestazione, voterà il proprio preferito.

Potrete degustare le ricette più stravaganti, i sapori della tradizione e le fantasiose ricette a base di semola al villaggio gastronomico aperto dalle 12 alle 24 dove troverete oltre 30 ricette all’interno delle “Case del cous cous”, i tradizionali punti di degustazione, tutti in stile arabo. Nel menu anche i dolci più golosi della tradizione siciliana, abbinati ad etichette selezionate. 
Novità di quest’anno il villaggio del gusto in piazza Marinella, il Cous cous square, un'intera piazza dedicata alla degustazione del cous cous dove potrete assaggiare le diverse ricette: pesce, carne e verdure preparate secondo la tradizione locale, ma anche ricette mediterranee, con pesce spada, melanzane e menta e al nero di seppia da degustare comodamente in un'area che offre ben 400 posti a sedere. Con uno grande spazio dedicato alla tradizione trapanese e ai Paesi esteri. 
Dalle 17 alle 24, nella zona dell’Expo Village vi potrete immergere in un coloratissimo mercato, un vero e proprio suq, alla scoperta dell'artigianato e dei manufatti tipici dei paesi in gara e siciliani in particolare.
Nel caso vi rimanesse tempo, potreste dedicarlo alla per visita di due belle cantine come la quella di Fazio Wine a Erice
e quella di Firriato a Paceco.
Se poi voleste assaggiare la cucina tipica trapanese nei ristoranti, vi consiglio su segnalazione del mio amico Pippo Sucato foodlover della zona e originario come me di Misilmeri (l’omonimia c’insospettisce ma a quanto pare non siamo parenti!) 
Gnà Sara per i piatti della tradizione in un ambiente rustico.
Thaam Alto ricercatezza dei piatti e atmosfera speciale
Fico d’India raffinatezza e accoglienza speciale. ?Mentre ero al telefono con Pippo, mi sono fatta raccontare delle ricette tradizionali che non dovrete assolutamente perdervi: le busiate trapanesi, una tipica pasta di grano duro, realizzata con un lungo e sottile legnetto e le cassatelle trapanesi, un delizioso dolce ripieno di ricotta di pecora. Ricordarmi di questo dolce mi ha commosso, ma so già che vi commuoverete anche voi assaggiandolo…

Infoline: Ufficio turistico di San Vito lo Capo, tel. 0923 974300.
Maggiori informazioni sul sito www.couscousfest.it

Paola Sucato

Cous Cous FestCous Cous FestCous Cous FestCous Cous Fest

Leggi anche

 

Inserisci un commento

  • Milano - Baglioni Hotel CarltonPrenota
  • Venezia - Baglioni Hotel LunaPrenota
  • Roma - Baglioni Hotel ReginaPrenota
  • Firenze - Relais Santa Croce Prenota
  • Baglioni Hotel Cala del Porto Prenota
  • Londra - Baglioni HotelPrenota
  • Saint-Paul-de-Vence -
    Hotel Le Saint Paul Prenota
  • Aix-en-Provence - Villa Gallici Prenota