Il Salone del Gusto a Torino

Salone del Gusto 2012

Ogni due anni arriva la vera festa dei foodies più accaniti: Il Salone del Gusto di Torino con 80.000 mq allestiti e 1.000 espositori in arrivo da 100 Paesi, paradiso non soltanto di foodblogger come me, ma dei tantissimi visitatori che accorrono per scoprire le novità, ritrovare i produttori noti e meno noti. Non vorrei però incorrere nell’errore di non spiegarvi la sua storia, e quindi lo farò subito, altrimenti rischio di perdermi nel mio entusiasmo di appassionata. Il Salone del Gusto al Lingotto di Torino è la prima manifestazione di Slow Food, l’Associazione fondata da Carlo Petrini nel 1986 con il preciso obiettivo di promuovere il diritto a vivere il pasto e tutto il mondo dell’enogastronomia, innanzitutto come un piacere, in risposta al dilagare del fast food e alla frenesia della vita moderna. Slow Food è ormai un vero movimento che studia, difende, e divulga le tradizioni agricole ed enogastronomiche italiane e di ogni parte del mondo, e riuscendo a comunicare che dietro un godimento gastronomico ci sono sempre delle scelte operate nei campi, sulle barche, nelle vigne, nelle scuole e nei governi. Il Salone del Gusto è quindi l’appuntamento che l’Italia del food aspetta, per esporre ed entrare a contatto con un consumatore attento, per conoscere nuovi prodotti, non perché appena nati, ma perché riscoperti e in buona parte dei casi protetti da un presidio Slow food.
Quest’anno al Mercato del Salone del Gusto ci saranno, accanto a fianco dei Prèsidi e delle eccellenze alimentari provenienti da tutto il mondo, le proposte dei contadini, allevatori, pescatori e cuochi, riuniti nella rete di Terra Madre una rete mondiale, che unisce le “Comunità dell’alimentazione” impegnate nella salvaguardia della qualità della produzione agro-alimentare.
Tre padiglioni di Lingotto Fiere (1,2,3) saranno dedicati al mercato italiano e le regioni saranno organizzate per regioni con stand e bancarelle. L’Oval ospiterà il mercato internazionale, in un ideale tour mondiale, centinaia di prodotti sconosciuti, incontrare i protagonisti  della rete di Terra Madre, condividere e ascoltare i progetti di tutto il mondo.
Conferenze, dibattiti, laboratori ed esperienze sensoriali, arricchiranno cinque giornate intense che potrete vivere immergendovi in una vera rete di persone e di prodotti legate ai temi fondamentali come l’ecosostenibilità, il piacere, la consapevolezza e l’educazione alimentare e non ultima la cucina…
In ogni dove si potrà degustare dallo street food italiano, alle cucine etniche dei cuochi di Terra Madre.
Torino nella sua bellezza storica è rallegrata dai colori di un evento che s’insinua oltre gli spazi espositivi del Lingotto e che vive in ogni strada e in ogni galleria del centro.
Non perdetevi Salone off,  un ricco calendario di eventi per ribadire a gran voce il valore della tradizione orale, della narrazione e della cultura popolare attraverso la musica e la poesia Slow Food, Glocal Sound e Hiroshima Mon Amour  in alcuni locali torinesi.
Ci vediamo lì?

Paola Sucato

Salone del Gusto 2012 - Paola SucatoSalone del Gusto 2012 - Paola SucatoSalone del Gusto 2012 - Paola SucatoSalone del Gusto 2012 - Paola SucatoSalone del Gusto 2012 - Paola SucatoSalone del Gusto 2012 - Paola SucatoSalone del Gusto 2012 - Paola Sucato

Leggi anche

 

Inserisci un commento

  • Milano - Baglioni Hotel CarltonPrenota
  • Venezia - Baglioni Hotel LunaPrenota
  • Roma - Baglioni Hotel ReginaPrenota
  • Firenze - Relais Santa Croce Prenota
  • Baglioni Hotel Cala del Porto Prenota
  • Londra - Baglioni HotelPrenota
  • Saint-Paul-de-Vence -
    Hotel Le Saint Paul Prenota
  • Aix-en-Provence - Villa Gallici Prenota