Un giorno a Roma

Roma

Noi italiani facciamo troppo poche vacanze a Roma. Ci arriviamo in giornata per questioni lavorative o per qualche evento di una serata o poco più. Penso invece che dovremmo imparare dai visitatori stranieri e fermarci a guardare la Città Eterna da nuovi punti di vista, ma soprattutto, concedendoci più tempo. Così ho deciso che per visitare la Roma più golosa avrei chiesto alla mia amica Claudia Tiberti, romana e foodblogger quanto basta per farmi scoprire nuovi percorsi.?In tasca mi porto i consigli e le curiosità dell’amico David Ranucci, proprietario della famosa osteria romana a Milano, “Giulio Pane e Ojo” del “Quinto Quarto” a New York, che sostiene che la “Cucina romana non esiste!” ed ha ragione, visto che a Roma nei secoli sono arrivati i pellegrini da tutto il mondo, portandosi dietro tradizioni ed ingredienti diversi.?In treno mi stupisco ancora della bellezza dell’estate della nostra Italia, tutti i toni del giallo e del verde, dal finestrino ogni immagine è un quadro. Al mio arrivo decido di raggiungere a piedi il Regina Hotel Baglioni, ho pochi bagagli, la fila dei taxi è lunga e la distanza è percorribile in 10 minuti. La mia camera è splendida e l’accoglienza è quella a cui ti affidi, senza esitazioni. Mi aspetta Claudia, con un bell’ombrellino in stile giapponese per ripararsi dal sole e dai 40°. La prima tappa obbligata è la pizza di Gabriele Bonci, famosa tra i foodlovers di tutta Italia. Non è in pieno centro, con la metropolitana raggiungiamo via Meloria 43 nel Quartiere Trionfale. Non aspettatevi un ristorante, Pizzarium è veramente un luogo piccolo con un bancone piccolissimo. Ma la pizza che si degusta, lievitata naturalmente e lungamente ne vale veramente la pena. Gabriele Bonci è un maestro: usa solo farine biologiche del Mulino Marino e con i suoi proprietari ha una relazione che va oltre il rapporto commerciale, che diventa ricerca del prodotto migliore, salvaguardia dell’ambiente e progetti di ricerca su lieviti e cereali antichi. I condimenti sono verdure di stagione e mozzarella della migliore qualità.
La nostra passeggiata continua, nonostante il caldo, camminiamo volentieri per le strade della città, per arrivare alla nostra tappa successiva in Via Cola di Rienzo: Castroni, ottant’anni di torrefazione e ricercatezze alimentari da tutto il mondo, festeggiati quest’anno. Il caffè è veramente ottimo, e sui suoi scaffali ci si può incantare per ore. Io ho contemplato la parete alta tre metri dei migliori cioccolati. Non perdetevela.
Dal luogo storico passiamo a quello famosissimo e appena aperto che porta la bontà italiana nel mondo: Eataly, la cittadella del gusto realizzata da Oscar Farinetti
17 mila metri quadrati distribuiti su quattro livelli, proprio accanto alla Stazione di Roma Ostiense: ristoranti, spazi per laboratori e corsi di cucina e di educazione alimentare. La fantastica pasticceria di Montersino, i negozi con i migliori prodotti italiani, e tante occasioni d’incontro con chef e produttori. Con Claudia ci perdiamo nella bellissima libreria , gustiamo una granita di frutta freschissima e ci costringiamo ad uscire per arrivare  a cena per tempo.

Paola Sucato

Roma - Paola SucatoIn viaggio per Roma - Paola SucatoRegina Hotel Baglioni - Paola SucatoPizzarium - Paola SucatoPizzarium - Paola SucatoCastroni - Paola SucatoEataly - Paola Sucato

Leggi anche

 

Inserisci un commento

  • Milano - Baglioni Hotel CarltonPrenota
  • Venezia - Baglioni Hotel LunaPrenota
  • Roma - Baglioni Hotel ReginaPrenota
  • Firenze - Relais Santa Croce Prenota
  • Baglioni Hotel Cala del Porto Prenota
  • Londra - Baglioni HotelPrenota
  • Saint-Paul-de-Vence -
    Hotel Le Saint Paul Prenota
  • Aix-en-Provence - Villa Gallici Prenota