Un vero English Afternoon Tea.. ma con un tocco italiano!

20140807_153115 (640x478)

Era il 1935 quando Jack Buchanan cantava così…

“Every nation in creation has its favourite drink
France is famous for its wine, it’s beer in Germany
Turkey has its coffee and they serve it blacker than ink
Russians go for vodka and England loves its tea

Oh, the factories may be roaring
With a boom-a-lacka, zoom-a-lacka, wee
But there isn’t any roar when the clock strikes four
Everything stops for tea…”

Se la tradizione più inglese del mondo è nata nella prima metà dell’ottocento nelle stanze della duchessa Anna che, annoiata dei suoi lunghi pomeriggi trascorsi nelle tenute di Bedford chiese al suo chef di prepararle uno snack ad accompagnare il tè, c’e da scommetterci che la nobile non avrebbe mai potuto sospettare che il suo rito pomeridiano sarebbe diventato l’abitudine preferita di una nazione, cuore di un business colossale nei nostri giorni ed elemento distintivo della cultura britannica.

Jack Buchanan cantava bene: sono molti gli inglesi infatti, che ancora in questi giorni, non rinunciano al tè del pomeriggio.
Ma oggi vi voglio parlare di un Afternoon Tea diverso, un Afternoon tea che vi parla della vecchia Inghilterra, rispetta la tradizione, la esalta, ma aggiunge il tocco speciale di esperti a cinque stelle, un tocco speciale made in Italy.

Se capitate a Londra e volete coccolarvi con un trattamento di riguardo, se volete approfittare per conoscere un pochino di più le tradizioni del Paese in cui siete ospiti, c’e un posto dove dovete andare ed è il Baglioni Hotel London. Qui infatti, nella bellissima lounge che affaccia sulla terrazza Bellavista appena di fronte i magnifici giardini di Kensington Gardens, avrete modo di provare uno degli Afternoon tea più buoni che personalmente mi sia mai capitato di assaggiare nel Regno Unito.

Così, un pomeriggio in compagnia di un amico, è diventato per me, un indimenticabile incontro di sapori.

Seduti in uno dei confortevoli tavoli del Brunello Lounge & Restaurant, non è stato facile scegliere tra i tè proposti dal menù ma, amante quale sono dei frutti di bosco, alla fine ho optato per un Granny’s Garden, un infuso di frutti rossi e Bourbon Vaniglia dal sapore avvolgente mentre il mio amico ha scelto di gustare un Superior Oolong un rinfrescante te nero.

Ma la festa per gli occhi e per il palato è arrivata su un tipico vassoio multi-piano. Dolce e salato ad esaltare chi di voi ha un palato esigente, lo chef Claudio Milani abbraccia la sfida di stupirvi.

Iniziando da un tris di appetitosi sandwich in assoluto stile inglese come il più famoso con salmone e crema di formaggio, la focaccia fatta in casa con verdure alla griglia che rimanda ai sapori pugliesi, non solo ha dato un tocco di classe made in Italy, ma ha esaltato questo tradizionale rito senza oscurarlo. Da italiana che vive oltremanica, devo ammettere che la combinazione dei gusti provenienti dal mio Paese d’origine con quelli del Paese che mi ospita mi è sembrata più che mai vincente.

Assaporando il mio tè, non potevo mancare di assaggiare i tipici scones. Fatti in casa dalle mani sapienti della brigata di cucina del Brunello Restaurant, la fragranza di questi tradizionali “treats” ha incontrato la superbia delle creme. Non poteva certo mancare anche qui il tocco italiano con la nutella, la crema più amata nel mondo a far bella mostra di sè in un vassoietto insieme a marmellata alle fragole e la tipica clotted cream, una crema di burro che non ha nulla da invidiare all’originale del Devonshire.

Se a questo punto dell’abbondante Afternoon tea, io e il mio amico ci sentivamo già sazi, non ci siamo certo fatti scoraggiare perché l’ultimo piano di quel così invitante vassoio, prometteva ancora gioia per le nostre papille, niente a cui fosse possibile rinunciare!

Lascerò le foto descrivere per me il trionfo non solo estetico di questi desserts così accuratamente preparati ma non posso non elogiare il pasticcino con crema e frutti di bosco, tra i miei ingredienti preferiti quando si parla di dolci..

“It’s a very good English custom
And a stimulant for the brain
When you feel a little weary, a cup’ll make you cheery
And it’s cheaper than champagne

Now I know just why Franz Schubert
Didn’t finish his unfinished symphony
He might have written more but the clock struck four
And everything stops for tea”

Tutto si ferma per il tea.

Già, tutto si ferma per il tè, cantava bene Jack Buchanan.

Se quindi siete a Londra e avete voglia di provare anche voi un Afternoon Tea eccezionale, tradizionale, ma con il tocco a cinque stelle made in Italy, fermatevi anche voi per un tè.
Sapete già dove andare.

--Cristina Carducci
Nata e cresciuta in Italia, per anni lavora a Roma come giornalista fino a quando, nel 2010, lascia la terra cantata dai poeti per trasferirsi a Londra. Qui inizia la sua attività di blogger nella missione di raccontare alla comunità italiana che, come lei, vive sulle rive del Tamigi, le bellezze che questa città offre. Nasce LondrachiamaItalia. Portando il Belpaese nel cuore, comincia a cercarne un pezzetto qui e così, nelle varie collaborazioni da freelance, racconta anche l’Italia più bella nascosta negli angoli di Londra. La trovate anche su Twitter e Facebook.

Concierge tip: Se hai in programma un soggiorno a Londra con la tua famiglia, non rinunciare al comfort cinque stelle di Baglioni Hotel London. Il nuovo pacchetto famiglia dell’hotel include amenities speciali per il divertimento di grandi e piccini, come una selezione gratuita di DVD, uso illimitato di Nintendo WII o Playstation, biglietti per la London Eye e tante altre attenzioni a misura di famiglia.

Leggi anche

 

Inserisci un commento

  • Milano - Baglioni Hotel CarltonPrenota
  • Venezia - Baglioni Hotel LunaPrenota
  • Roma - Baglioni Hotel ReginaPrenota
  • Firenze - Relais Santa Croce Prenota
  • Baglioni Hotel Cala del Porto Prenota
  • Londra - Baglioni HotelPrenota
  • Saint-Paul-de-Vence -
    Hotel Le Saint Paul Prenota
  • Aix-en-Provence - Villa Gallici Prenota