I 10 luoghi migliori da visitare in Puglia

vieste-in-gargano-2.jpg

Pittoresco sud: la Puglia, anche nota con il nome di Apulia.

Spesso indicata come il tacco dello stivale italiano, la Puglia vanta cattedrali affascinanti, castelli mozzafiato, cittadine storiche e una cultura sofisticata che affonda le proprie radici in un ricco passato. La regione offre anche una costa panoramica con acque limpidissime, formazioni rocciose uniche e spiagge sabbiose. Considerando tutto ciò, non ci si deve meravigliare se i turisti più curiosi continuano a tornare in questo posto magico.

Sistemazioni rustiche ed eleganti abbondano in Puglia e viaggiare è davvero semplice. La gente è molto accogliente e i posti da visitare sono meno affollati rispetto ad altre zone turistiche italiane. Pur non avendo la stessa popolarità di Roma, Venezia o Firenze, la storia della Puglia dimostra come può facilmente catturare l’interesse dei visitatori. L’atmosfera distinta la rende unica rispetto al resto del paese e potrebbe essere il punto di partenza per vedere l’Italia sotto una luce diversa.

Allora dove andare se si vuole fare un viaggio in Puglia? Ecco i nostri dieci posti preferiti:

Castel del Monte ad Andria. Uno dei castelli più particolari della Puglia, Castel del Monte ad Andria è famoso per la sua inusuale forma ottagonale con torri altrettanto ottagonali posizionate a ogni angolo. La sua struttura geometrica rappresenta un taglio radicale con la tipica architettura gotica dei castelli ed è stata fonte di ispirazione per molti, tra cui Umberto Eco per il suo libro Il nome della rosa. Costruito nel 13° secolo dall’imperatore romano Federico II, è stato descritto come il suo castello più affascinante. Questo sito patrimonio mondiale dell’umanità dell’UNESCO si ritrova anche nella moneta da un centesimo, a testimonianza della sua iconicità.


Castel del Monte ad Andria

Grotte di Castellana. La bellezza naturale di questo piccolo comune pugliese cattura sempre i cuori dei più curiosi. Situato in un luogo dalle caratteristiche geologiche incredibili, le stupende formazioni rocciose delle Grotte di Castellana e le singolari stalattiti hanno un fascino tutto misterioso. Che vi piaccia la speleologia o che siate semplici visitatori, sono perfette per una visita di giorno. La rete di grotte scolpite dai ruscelli è impressionante, con tunnel che si estendono per diversi chilometri. Se volete che la visita sia completa, è possibile partecipare a incontri e visite guidate nella zona, ideali per una spiegazione esaustiva. La visita più lunga che porta fino alle profondità delle Grotte di Castellana dura due ore, quindi assicuratevi di essere pronti a fare molto trekking. C’è anche un museo che può essere visitato per completare il viaggio.

Alberobello, la città dei Trulli. Avete voglia di vedere qualcosa al di fuori del comune? I Trulli sono piccole case di pietra calcarea murate a secco dal tetto conico. Se viste insieme e da lontano, sembrerebbero un villaggio abitato da fate e gnomi, uscito direttamente da un libro di fiabe. I residenti di queste abitazioni, ovviamente, sono tutto fuorché irreali. Anzi, sono talmente reali che detestano le tasse così come chiunque altro.

E questo ci porta alla curiosa storia del perché i tetti dei Trulli abbiano questa forma. In passato, i re inviavano degli esattori che riscuotevano le tasse di casa in casa. Chiunque vivesse sotto un tetto era soggetto a tassazione, perciò i residenti escogitarono un tipo di tetto da poter mettere e rimuovere facilmente. La soluzione fu quindi un tetto conico leggero che poteva essere rimosso non appena un esattore arrivava in città. Una volta ripartiti, i cittadini riposizionavano i tetti sulle abitazioni e la vita continuava senza dover pagare il monarca di turno con quei pochi soldi che avevano. L’effetto inaspettato fu la creazione di una destinazione turistica dove è proprio grazie ai tetti che gli abitanti della zona oggi fanno soldi, anziché perderli.


Trulli con simboli dipinti sui tetti conici ad Alberobello

Basilica di Santa Croce a Lecce. Chiamata la “Firenze del Sud” grazie ai numerosi luoghi d’arte e ai monumenti storici, Lecce è ricca di cattedrali, chiese, e altri istituti religiosi. Tutta la zona è una galleria d’arte: cominciate con una visita alla Basilica di Santa Croce di Lecce e lasciatevi stupire dalle grandiose strutture e dall’interno elaborato. È spettacolare di giorno come di sera quando le facciate scolpite vengono illuminate.


Basilica di Santa Croce a Lecce

Piazza Oronzo. Non partite dalla città barocca di Lecce senza aver visto l’anfiteatro romano ancora ben conservato. Costruito per l’intrattenimento dei soldati residenti nell’area durante l’impero, venne poi perso durante un terremoto che devastò l’area. Dopo la Seconda Guerra Mondiale, degli scavi portarono alla luce questo antico sito che fu poi restaurato al suo splendore originario. Oggi si erge imponente e attira numerosi turisti che ammirano uno spettacolo che si offre alle generazioni future.

Il promontorio del Gargano si estende su spiagge immacolate e cittadine balneari. In cima, si trova la città medievale di Monte Sant’Angelo, una destinazione frequentata dai pellegrini che vogliono visitare il Santuario dell’Arcangelo Michele. Nell’entroterra si trova Foresta Umbra, un’area boschiva protetta in cui si promuove turismo sociale e responsabile. Se volete apprezzare la bellezza dei luoghi senza causare danni, questo è il posto giusto.

Gallipoli, bella città. Letteralmente “bella città” in greco, i turisti amano questo luogo tutto l’anno grazie al suo tempo mite. Come le altre spiagge pugliesi, la costa è pulita e calma. Le acque invitanti hanno allettato residenti e turisti per generazioni ed è ancora oggi uno dei principali motori dell’economia della comunità. Gallipoli è un posto pittoresco dove tutto può essere esplorato a piedi, anche se è facilmente accessibile dai mezzi più moderni. La città è anche un luogo in cui il passato incontra il presente. Vecchie chiese ancora intatte coesistono con gli edifici del settore più commerciale della città. Il contrasto è notevole ma piacevole allo stesso tempo, difficile da trovare altrove.

Trani, la cattedrale sul mare. Simbolica sia per i marinai che per i turisti che attraversano il Mar Adriatico. La posizione strategica l’ha resa lo sfondo di eventi storici e spedizioni grandiose avvenute in passato. Trani è una città vivace con architettura elegante, strade e un grazioso porto per la pesca. Esplorate il tutto confondendovi con gli abitanti del posto e assorbendo appieno la cultura.


Trani, la cattedrale sul mare   Foto – Verity Cridland via Flickr

Bari e il Natale. Bari è la decima città più grande d’Italia. Centro di storia e ganglio per i trasporti, rappresenta uno dei punti di accesso più utilizzato da chi vuole visitare la Puglia. Nella città si trovano un castello, un museo, una cattedrale e diversi monumenti religiosi. Non si può assolutamente perdere la Basilica di San Nicola. Questa chiesa è una meta turistica molto frequentata da turisti e pellegrini e fu costruita in ricordo di San Nicola, noto a tutti come Babbo Natale. La Basilica ancora ne conserva i resti ed è l’ideale per chi voglia rendere omaggio all’uomo che rende le feste più divertenti.

Ostuni. Comunemente chiamata “la città bianca” per le antiche mura bianche e per la tipica architettura del medesimo colore, i più curiosi non possono perdere una visita a Ostuni. Si tratta di una vivace cittadina di collina con una meravigliosa vista sul Mar Adriatico, chiese, monumenti e architettura. Se cercate bel tempo, cultura e ottima cucina, questa è una città da sogno.

La Puglia riserva qualcosa per chiunque. Questa lista non è che la punta dell’iceberg delle meraviglie che la regione ha da offrire. Se cercate un tocco di freschezza nei vostri viaggi in Italia, aggiungete la Puglia alla vostra lista e non ve ne pentirete.

Priscila Siano è Marketing Director di Tour Italy Now, un tour operator on-line specializzato in viaggi in Italia. Esperta rinomata, riesce a rendere realtà i desideri dei suoi clienti. Per saperne di più su Priscila e il suo lavoro, aggiungetela su Google+, LinkedIn e Twitter.

Il consiglio del concierge: siete in viaggio nel nord Italia ma sognate la Puglia? Le origini pugliesi dello chef Cosimo Giampaolo del Luna Hotel Baglioni a Venezia si ritrovano in alcune leggere influenze dei tipici piatti veneti del Ristorante Canova.

Leggi anche

 

Inserisci un commento

  • Milano - Baglioni Hotel CarltonPrenota
  • Venezia - Baglioni Hotel LunaPrenota
  • Roma - Baglioni Hotel ReginaPrenota
  • Firenze - Relais Santa Croce Prenota
  • Baglioni Hotel Cala del Porto Prenota
  • Londra - Baglioni HotelPrenota
  • Saint-Paul-de-Vence -
    Hotel Le Saint Paul Prenota
  • Aix-en-Provence - Villa Gallici Prenota