La Valpolicella raccontata da un’Alighieri

le-possessioni-serego-alighieri-valpolicella-7-pic2.jpg

Dante Alighieri? Fiorentino ovviamente! Così risponderebbe un qualsiasi turista che viaggia nella nostra bella Italia. E di certo non sbaglia: Dante, fiorentino sì, ma di nascita. Dopo l’esilio infatti tutti sanno che il poeta, padre della lingua che tutti noi parliamo, passò da Verona. Poi i suoi viaggi lo portarono anche a Ravenna dove ora è sepolto. Ma in realtà Pietro, suo figlio, nel 1353 acquistò dei terreni in Valpolicella e in Valpolicella la sua famiglia è rimasta fino ad oggi.
Io ne faccio parte ed è sempre stato un grande onore portare questo nome. Ai tempi della scuola ovviamente le strigliate in letteratura italiana non sono mai mancate, ma forse anche per quello e forse perché Dante lo si capisce sicuramente un po’ più grandini, da “grande” ho imparato ad amarlo; a capirlo penso ci riescano ancora in pochi!
Come anticipavo Pietro comprò quei famosi terreni in Valpolicella, e precisamente a Gargagnago, terra che la mia famiglia ha sempre amato per questi sei secoli, tanto che mia sorella ed io viviamo ancora con i nostri genitori, il ché potrebbe essere scambiato per la classica sindrome italiana di “mammoneria”, ma così non è. Sfido chiunque a poter lasciare Gargagnago.
Questo attaccamento che noi Serego Alighieri abbiamo, penso sia una caratteristica genetica che viene tramandata di generazione in generazione. Ma non voglio tediarvi ulteriormente con la storia della famiglia, anche se mi capirete quando dico che per me presentandomi è impossibile non citare il sommo mio antenato. Ma io sono io, Dante era Dante: quindi torniamo ai giorni d’oggi e alla mia terra, che trovo così difficile abbandonare.
Gargagnago è proprio nel cuore della Valpolicella classica, dove si producono quei vini che ci rendono famosi in tutto il mondo, e la mia famiglia, manco a dirlo, per generazioni di cos’altro avrebbe potuto occuparsi se non di vino! Il vino, il cibo e il suo territorio, questo è il leit motiv della nostra terra, della nostra Italia. Mio compito è di consigliarvi i posti migliori da visitare nella mia terra: questo è molte volte deleterio. Pensate a quanti di voi conoscono alla perfezione Londra, Parigi, Roma e non sanno cosa succeda sotto casa. Ma io spero di potervi dare ogni mia impressione su una terra che amo e senza di cui non potrei vivere.
Valpolicella, terra che affascina soprattutto per il suo paesaggio e per la sua agricoltura. Purtroppo anche qui le amministrazioni comunali tentano di rovinare il bello di  questo posto, il paesaggio. Ma è anche per questo che molti cittadini si sono uniti in Associazioni e tra l’altro in regione è ora in discussione una proposta di legge per istituire un parco che tuteli il territorio dove noi abitiamo.
Un turista in Valpolicella deve innanzitutto far in modo di mangiare in un ristorante tipico, di cui la zona è ampiamente fornita, e poter visitare almeno una cantina. La mia proposta di cantina sarebbe la più ovvia e la più banale. Comunque fate attenzione che le visite alle cantine sono quasi sempre su prenotazione. Quindi paesaggio, passeggiate, vino, cibo e…pievi! Le due pievi più importanti nella mia terra sono senz’altro San Floriano e San Giorgio Ingannapoltron. La prima abbastanza semplice da trovare sulla provinciale che da Verona porta a Sant’Ambrogio. La seconda un po’ più nascosta, ma da cui si gode un panorama che in altri posti al mondo non riuscirete a trovare!
Non vi comunico di più perché un’altra cosa che bisogna assolutamente fare è perdersi, perdersi per poter trovare quella pace e tranquillità che solo la Valpolicella ti fa provare.

Leggi anche

  • 327.jpg

    IL POLMONE D’ITALIA: LA PUGLIA

    Altra tappa alla scoperta del mondo dell’olio in compagnia del nostro Maestro d’Olio, Fausto Borella

  • Moreno Cedroni

    Moreno Cedroni: il “pluristellato”, sbarca a Londra

    Prima parte dell’intervista con lo chef che dal 22 ottobre aprirà il suo ristorante, Moreno at Baglioni, all’interno del Baglioni Hotel di Londra

  • Centro storico dal piazzale Michelangelo

    Dieci cose da vedere a Firenze

    Avete solo due giorni a Firenze e volete godervela al meglio? Seguite i nostri consigli e non ve ne pentirete

  • Contatti

    Italian Talks è nato per dare la possibilità a chi intende visitare l’Italia di avere un punto di vista privilegiato su tutto quello che di interessante succede nel nostro paese. Tutto questo con [...]

 

Inserisci un commento

  • Milano - Baglioni Hotel CarltonPrenota
  • Venezia - Baglioni Hotel LunaPrenota
  • Roma - Baglioni Hotel ReginaPrenota
  • Firenze - Relais Santa Croce Prenota
  • Baglioni Hotel Cala del Porto Prenota
  • Londra - Baglioni HotelPrenota
  • Saint-Paul-de-Vence -
    Hotel Le Saint Paul Prenota
  • Aix-en-Provence - Villa Gallici Prenota