Alla ricerca delle tombe etrusche in Maremma

Extra photo 2

Gli Etruschi furono il primo popolo a stabilirsi nella regione della Maremma, nel sud della Toscana. La loro civiltà, assimilata alla fine dalla Repubblica di Roma, ha coperto il periodo dall’800 a.C. circa al tardo IV secolo.

In Italia settentrionale gli Etruschi cremavano i defunti, ma a sud l’usanza era quella di seppellirli all’interno di tombe costruite con grande cura. Molte di queste sono emerse da scavi condotti nel corso degli anni: è stato così che abbiamo scoperto gran parte di ciò che sappiamo su questo popolo.

Durante una recente visita alla splendida azienda vinicola maremmana Rocca di Frassinello, abbiamo visitato 3 tombe etrusche, scoperte all’interno della tenuta.

Simone, la nostra meravigliosa guida, ci ha accompagnati sul posto.

Photo by Debra Kolkka Simone, our guide

Prima di essere scoperte, le tombe probabilmente sembravano semplici monticelli di terriccio. Dev’essere stato entusiasmante scoprire che sottoterra si nascondevano delle tombe ben conservate, ognuna diversa dalle altre.

Photo by Debra KolkkaPhoto 2 One of the tombs Photo by Debra Kolkka

L’ingresso delle tombe consiste in un tunnel; all’interno è presente una sporgenza, sulla quale veniva adagiato il corpo del defunto. Suppongo che queste tombe siano state edificate per uomini facoltosi, poiché sono piuttosto elaborate.

Photo by Debra Kolkka The entrance to the tomb Photo by Debra Kolkka The Burial chamber Photo 3

Durante gli scavi, condotti dall’Università di Firenze e dall’Ufficio per il Patrimonio Archeologico della Toscana, è stato rinvenuto uno stamnos, un grande vaso di ceramica per trasportare il vino. Sono certa che per i proprietari dell’azienda è stata una bella sorpresa scoprire che in questa zona si produceva vino anche migliaia di anni fa.

In questo periodo, l’azienda Rocca di Frassinello sta inaugurando un museo in cui sono esposti i reperti. In loco si terrà una mostra con alcuni dei manufatti rinvenuti, che illustrerà la vita degli Etruschi.

Photo by Debra KolkkaExtra photo

Sono inoltre previste visite guidate ai siti degli scavi. Ci sentiamo davvero fortunati ad aver avuto un’anteprima di tutto questo. Grazie a Simone, a tutto il personale di Rocca di Frassinello e all’Hotel Cala del Porto per aver organizzato la nostra visita.

–Debra Kolkka scrive su due blog, Bagni di Lucca and Beyond e Bella Bagni di Lucca. Australiana, con un passato nel settore della moda, Debra si divide fra la sua patria e l’amata Italia, godendosi il meglio di entrambe. Seguitela sui suoi blog.

Il consiglio del concierge: Soggiornare al lussuoso Hotel Cala del Porto è la soluzione ideale per scoprire i gioielli nascosti della regione toscana della Maremma, che nasconde ancora angoli segreti, e per godervi una fantastica vacanza sulla spiaggia.

Leggi anche

 

Inserisci un commento

  • Milano - Baglioni Hotel CarltonPrenota
  • Venezia - Baglioni Hotel LunaPrenota
  • Roma - Baglioni Hotel ReginaPrenota
  • Firenze - Relais Santa Croce Prenota
  • Baglioni Hotel Cala del Porto Prenota
  • Londra - Baglioni HotelPrenota
  • Saint-Paul-de-Vence -
    Hotel Le Saint Paul Prenota
  • Aix-en-Provence - Villa Gallici Prenota